Endodonzia

L'endodonzia è la branca dell'odontoiatria che si occupa della terapia dell'endodonto, ovvero lo spazio all'interno dell'elemento dentario, che contiene la polpa dentaria. La polpa è costituita da un tessuto, ricco di vasi e di terminazioni nervose, che svolge un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute dei denti, difendendoli dalle aggressioni batteriche e cercando di riparare i danni prodotti. Quando la polpa non resiste all'aggressione batterica si genera un'infiammazione della polpa che viene detta pulpite che da luogo al classico mal di denti.
Si ricorre alla terapia endodontica quando una lesione (cariosa, traumatica) determini una
alterazione irreversibile del tessuto pulpare, fino alla necrosi stessa.

La devitalizzazione è l'operazione odontoiatrica con la quale si asporta la polpa di un dente.
Viene eseguita in anestesia locale e attraverso strumenti appositi che alesano il canale o i canali radicolari, eliminando il loro contenuto di vasi e nervi e sigillando tutto il percorso con appositi cementi e un materiale inerte come riempitivo,in genere la guttaperca. È necessario ricorrere alla devitalizzazione di un dente quando una carie si fa prossima al nervo e causa un dolore persistente o quando si è costretti a limarlo per usarlo come pilastro di un lavoro protesico.