Parodontologia

La Parodontologia è la branca dell’odontoiatria che si occupa della salute dei tessuti di sostegno dei denti, il termine parodonto, infatti, significa (peri=attorno ; odons = dente). Il parodontologo è in grado di accertare lo stato di salute di tali tessuti e attuare terapie adeguate al ripristino di una condizione ottimale del cavo orale, condizione necessaria per intraprendere qualsiasi altro altro intervento odontoiatrico quale, protesi, ortodonzia o implantologia. Il termine piorrea (parola composta da pio, pus, e rea, scorrere) è il termine usato nel parlare comune per indicare le malattie che interessano il parodonto. Attualmente il termine "piorrea" è stato sostituito con "parodontite". La parodontite è una malattia provocata da batteri e si manifesta con tutti i sintomi dell'infiammazione, il segno principale è il sanguinamento delle gengive, presente in un primo momento solo quando le gengive vengono stimolate, poi anche spontaneamente.

Malattie parodontali
Le malattie parodontali, gengiviti e parodontiti sono infezioni che se non trattate possono portare alla perdita dei denti. La malattia parodontale è un’infezione batterica cronica che colpisce la gengiva e l’osso di supporto dei denti.
Questa infezione può interessare un dente o più denti. Nella fase iniziale della malattia i batteri della placca provocano l’infiammazione della gengiva. La gengivite è causata nella maggior parte dei casi da un’inadeguata igiene orale.
La malattia insorge in maniera subdola infatti nella forma lieve c’è scarso o nessun fastidio.

La gengivite: le gengive sono arrossate, gonfie e leggermente sanguinanti, in questa fase c’è scarso o nessun fastidio. La gengivite è reversibile se viene curata tempestivamente con un trattamento professionale e una buona igiene orale domiciliare, se non è trattata può trasformarsi, invece, in parodontite.

La parodontite: Con il tempo la placca batterica si diffondere al di sotto della linea gengivale, le tossine prodotte dai batteri irritano la gengiva e stimolano una risposta infiammatoria cronica che porta alla distruzione dei tessuti e dell’osso di supporto del dente. La gengiva si stacca dai denti e forma delle tasche (sapzio tra il dente e la gengiva). Come la malattia progredisce, la tasca si approfondisce e una maggior quantità di gengiva e di osso viene distrutto. Purtroppo questo processo distruttivo può dare pochi e lievi sintomi, alla fine, però, il dente inizia a dondolare e bisogna estrarlo.